Cerca nel blog

lunedì 17 ottobre 2011

Halloween e non solo


Facile facile, semplice semplice; per chi, come me, non ha più bimbi piccoli, infatuali della festa di Halloween, ma adora comunque le zucche, ecco una ricetta velocissima per un primo a tema da gustare con gli amici.
Si può realizzare con qualsiasi tipo di pasta (eliche, fusilli, cellentani, farfalle.. oppure pasta fresca). Occorre speck tagliato in una fetta spessa, da ridurre a piccoli bastoncini corti, scalogno,zucca a cubetti piccoli piccoli, parmigiano, olio di oliva e pepe.

Si fa bollire la pasta e nel frattempo si prepara il condimento.
Si trita lo scalogno che si fa appassire con olio di oliva; si uniscono i cubetti di zucca e si fanno cuocere per circa 3 o 4 minuti, tanto che mantengano la forma, ma risultino morbidi.
In un altra padella rendere croccante lo speck a listarelle, che va poi aggiunto al sugo con la zucca.
Scolata la pasta, spadellarla nel sugo aggiungendo olio di oliva se necessario, parmigiano e pepe nero macinato.
Fatemi sapere.

Di seguito qualche notizia sulle zucche.
Sotto il profilo nutrizionale la zucca è dotata di un bassissimo valore calorico: ogni 100 gr. di polpa, infatti, forniscono al nostro organismo appena 17 Kcal, rendendola un ottimo alleato nelle diete ipocaloriche, in quanto in grado di conferire gusto e, soprattutto, “volume” ai primi piatti, inducendo una soddisfacente sensazione di sazietà.
Tale proprietà è legata al suo notevole contenuto di acqua (oltre il 90 %), nonché all’importante apporto di fibre; è inoltre ricca di potassio e povera di sodio con il fondamentale pregio di contenere grandi quantità di beta-caroteni, pigmenti, responsabili della particolare colorazione giallo-arancio di alcuni ortaggi e frutti (carote, albicocche, meloni), che vengono convertiti nell’organismo in vitamina A e svolgono un ruolo essenziale di potenti antiossidanti in grado di contrastare i cosiddetti “radicali liberi “ responsabili dell’invecchiamento dei tessuti.

Alla zucca vengono attribuite, sin dai tempi più antichi, proprietà antiinfiammatorie, utilmente sfruttate in fitocosmetica attraverso l’impiego empirico di maschere per il viso a base di polpa schiacciata, mescolata con miele, dall’effetto emolliente e lenitivo in caso di  scottature ed infiammazioni cutanee.
L’ effetto calmante su chi soffre di ansia, nervosismo o insonnia, ed, ancora, le proprietà antidiabetiche ed antiipertensive fanno da ulteriore corollario alle tante benefiche virtù riconosciute a questo ortaggio che, tuttavia, si dimostra ancor più ricco di sorprese se ne si considera un costituente dalle proprietà benefiche assolutamente inaspettate i semi di zucca.
Di essi, infatti, è noto il comune utilizzo a scopo alimentare ed il gusto gradevole.
Asportando i semi da una zucca appena acquistata e mettendoli ad essiccare su di un panno asciutto è possibile aggiungerli ad una minestra, fornendo all’organismo una quantità di acidi grassi omega 3 utile ed economica.

Per la corretta conservazione di questo ortaggio si ricorda che i pezzi di zucca, privati della buccia, possono essere conservati in frigorifero per 1-2 giorni, avvolti nella classica pellicola per alimenti. Se si prevede di utilizzarli per realizzare più preparazioni in tempi diversi può essere opportuno congelarli, ma in questo caso è necessario tagliarli a cubetti e cuocerli.

2 commenti:

  1. io la zucca rossa la doro letteralmente..quindi copio subito queste idee interessantissime.)

    RispondiElimina
  2. La tua ricetta farà felici i mie piccoli che amano la zucca gialla.
    La proverò!
    ciao
    nunzia
    cosedilino.blogspot.com

    RispondiElimina

Se passi a trovarmi, lascia un commento. Grazie.