Cerca nel blog

giovedì 5 maggio 2011

Caffè con gli uccellini


Che bello la mattina presto adesso; si può iniziare la giornata bevendo un caffè in compagnia di un sacco di uccellini. Quante cose si devono raccontare. Certo rallegrano la giornata e, quando sto andando al lavoro, mi piace pensare che stanno rassettano le loro case ...



3 commenti:

  1. Finchè si tratta di uccellini, passeri, ecc. mi sta bene.
    Ma quando si tratta di colombi, mi arrabbio molto quando le persone danno a loro del cibo.
    Sono animali sozzi, pieni di malattie e ti scagazzano pure sulla tua macchina appena lavata!
    E se lasci il loro guano sulla carozzeria per qualche giorno... ecco che la vernice, in quel punto, non sarà piu' lucente come nel resto della carrozzeria.
    Non riesco a capire come possano aver deciso di proteggere quela malaugurata razza di pennuti! Fosse per me, farei svolazzare dei bei Nibbi, che ci pensano loro ai colombi!
    Ciao da Poldo ed abbasso i colombi!

    RispondiElimina
  2. Ciao Poldo, intanto grazie del tuo commento.
    Credo proprio che stiamo ragionando su piani diversi: la mattina presto, intendo quando sta albeggiando, è molto bello potersi permettere la compagnia degli uccellini. Significa che, come me, si abita in una zona ancora vivibile, assolutamente poco inquinata, anche se parecchio lontana dal lavoro. E questa fortuna mi compensa in qualche modo dal fatto di dover fare tanta strada per recarmi al lavoro.
    Dove abito io, inoltre, non ci sono piccioni poichè sono facile preda di altri uccelli rapaci, anche se a volte, nelle giornate più calde, si sente tubare qualche coppia di colombe.
    Forse dovresti accettare più di buon grado la presenza di questi pennuti che hanno rese famose alcune tra le più belle piazze d'Italia, come ad esempio Piazza San Marco.

    RispondiElimina
  3. http://poldosbaffini.splinder.com11 maggio 2011 02:41

    Piccioni specie protetta.
    Riporto un recente articolo del sito www.animaliamiciviterbo.it
    * * * *
    Le norme di riferimento (nov 2010)
    Per molti anni si è discusso sullo status giuridico del piccione di città.
    La sentenza n.2598 della Corte di Cassazione III Sezione Penale del 26 gennaio 2004 ha chiarito che il colombo (o piccione torraiolo) è annoverabile tra la fauna selvatica.
    La responsabilità degli animali considerati come domestici ricade sul Sindaco ma, gli animali selvatici, ai sensi della legge 157/92, sono patrimonio indisponibile dello stato (cioè di tutti) e i Sindaci non hanno autorità nell’emanazione di ordinanze che prevedano la cattura o la soppressione dei piccioni, i quali rientrano tra le specie protette.
    Il controllo della popolazione colombacea può essere eseguito solo dalle Province e praticato mediante l’utilizzo di metodi ecologici, su parere dell’ex Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica (oggi ISPRA). Solo qualora l’Istituto verifichi la non efficacia di tali metodi di contenimento numerico, le Province possono autorizzare piani di abbattimento.
    * * *
    Ciao da Poldo

    RispondiElimina

Se passi a trovarmi, lascia un commento. Grazie.