Cerca nel blog

lunedì 16 gennaio 2012

Profumo e stupore: fiorisce il giacinto

Quando tornate a casa la sera, adesso nel periodo invernale, non vi si apre il cuore se, ad attendervi in ingresso c'è un vaso di giacinti profumati a farvi l'occhiolino?
A me sì. E a casa mia è proprio così, con dei bulbi di giacinto (Hyacinthus orientalis), forzati per ottenere la fioritura in questo periodo dell'anno.
Chi si vuole cimentare deve però programmare la cosa, procurandosi in anticipo i bulbi ed il tipico vaso con una strozzatura al collo adatta per adagiarlo. Il vaso va riempito d’acqua, meglio se piovana; la parte inferiore del bulbo non deve essere a contatto diretto con l’acqua ma abbastanza vicina, tanto da stimolare la crescita delle radici.

Il vaso va posizionato in un luogo buio e fresco, per almeno due settimane, coperto da un cono oscurante, operazione che stimola una veloce crescita delle radici che rapidamente riempiranno lo spazio a loro dedicato.
Si trasferisce poi in una stanza calda, in posizione luminosa ed ecco che, in un paio di giorni, il bocciolo del giacinto comincia a fare capolino ed in breve tempo potremo goderci lo splendido fiore, dono di questa piantina di una trentina di centimetri circa, quando fuori è ancora grigio e freddo.
E' davvero prezioso: i fiorellini che compongono la sua infiorescenza diffondono un aroma intenso e persistente,una vera promessa di primavera!

Tutto molto facile, ma la fioritura non è particolarmente lunga e la forzatura mette il bulbo a grande prova perché lo obbliga a consumare tutte le sue riserve d’energia.
Il giacinto è però una pianta perenne, che in natura vive molti anni; se decidiamo di dargli una chance per sopravvivere, una volta secco il fiore, lasciando integri stelo e foglie, proviamo a piantarlo o in esterno se il terreno non è gelato, o in un vaso di terracotta in un misto di terriccio universale, stallatico e sabbia, bagnandolo poco e collocandolo in un luogo illuminato ma non riscaldato.
Le foglie sono essenziali poichè servono alla pianta per ripristinare la riserva di energia per rifiorire l’anno dopo. Quando stelo e foglie seccheranno del tutto, vanno tagliate alla base , facendo attenzione a non danneggiare il bulbo. Vanno sospese le irrigazioni poiché dopo la fioritura i giacinti vanno a riposo e l’acqua può solo farli marcire, mentre non temono freddo e gelo. Se il bulbo sarà abbastanza forte, fiorirà l’anno seguente a primavera, altrimenti lo farà, più probabilmente, negli anni successivi, con fiori più piccoli.

Se non avete provveduto a dotarvi di vasi in vetro e relativi bulbi, in questo periodo dell'anno tutti i garden ed anche i supermercati offrono per pochi euro dei vasi di bulbi prossimi alla fioritura, per un effetto sensoriale veloce e garantito.

2 commenti:

  1. Ho da piantare anche io dei bulbi che ho vinto ad un Giveaway e proprio pochi giorni fa,mi stavo chiedendo quando sia ora di piantarli.....
    Grazie per questo post.....
    Un baciotto cara Desi
    Sabry!!

    RispondiElimina
  2. adoro i giacinti! Grazie per tutto quello che condividi!

    E grazie per la visita! Aggiungo subito questo tuo blog così bello e interessante a quelli che seguo..

    cari saluti e a presto!

    Giuli

    RispondiElimina

Se passi a trovarmi, lascia un commento. Grazie.