Cerca nel blog

lunedì 18 maggio 2015

Date a Cesare quel che è di Cesare


Oggi ho preso a prestito il celebre detto attribuito a Gesù: «Date a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio» . La frase è presa dal Vangelo (Luca 20,20), ma io qui la cito per un motivo diverso. 

Tutti pensano che io abbia l'hobby del giardino e lo fanno a ragione: 
primo perchè non hanno mai visto il mio giardino, peraltro piccolissimo e solo "fantasma" da quando ho adottato una simpatica e vivacissima meticcia
secondo perchè sulla "teoria"  batto tutti, essendo campionessa  di  "giardinaggio virtuale"  titolo che mi viene da una attenta lettura di molte riviste specializzate del settore, cosa che mi consente di "pontificare" su argomenti specifici sempre a ragion veduta.

Ma oggi vi voglio stupire e voglio dare a Cesare appunto quel che è di Cesare, voglio dare  a ciascuno il suo, quel che gli spetta o s'è guadagnato.  
E vi presento in queste foto il giardino della mia mamma, "targata" 1928,  perchè la vera giardiniera è lei, nonostante sia meno di un soldino di cacio, nonostante gli acciacchi, i problemi, le fratture recenti al femore, le allergie di tutti i tipi e a tutti i tipi di pollini esistenti sulla faccia delle terra. 
Ogni giorno si prende cura personalmente di questi stupendi spazi che sono così proprio grazie a lei.   

Brava mamma!






 


Nessun commento:

Posta un commento

Se passi a trovarmi, lascia un commento. Grazie.